Rapporto OCSE sulla salute:

Greci stressati, ma ancora felici

 

Il rapporto Health at a glance presenta delle comparazioni internazionali sullo stato di salute delle popolazioni e sulla performance dei sistemi sanitari nei Paesi dell’OCSE, nei Paesi non membri candidati all’ingresso all’Organizzazione e anche nelle principali economie emergenti.

 

Secondo il recente rapporto pubblicato dall’OCSE (novembre 2015), benché i greci nonbevino troppo alcol, purtroppo sono i maggiori fumatori del mondo, insieme agli abitanti dell’Indonesia e Lettonia. E mentre spesso sembrano essere depressi, comunquerimangono felici, con un’alta aspettativa di vita e un tasso di suicidi al terzultimo postonell’ area OCSE. Ecco la sintesi dei risultati principali dell’ edizione 2015 del rapportoHealth at a glance perciò che riguarda la Grecia.

 

Il nostro paese occupa una delle posizioni più basse nella classifica quando si tratta diconsumo pro capite di bevande alcoliche. Infatti, il consumo medio di alcol è notevolmente diminuito dal 2000 ad oggi, e la Grecia ora si classifica al 32imo posto su i 44 paesi dell’ OCSE.

 

Per quanto riguarda il fumo, tuttavia, c’è un’altra storia. La Grecia capofila per numero di fumatori; si tratta di  un’“epidemia” secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS). Quanto ai numeri, circa il 39% dei greci fumano regolarmente. Sfortunatamente il tasso di crescita registrato nel nostro paese è pari al 4% negli ultimi 15 anni, mentre il percentuale di fumatori nei paesi OCSE è scesa di 6% nello stesso periodo.


Nonostante l'aumento significativo registrato al consumo di antidepressivi, il paese non si trova nella top 10. Invece la Grecia èal quarto posto per consumo di farmaci antipertensivi, dietro a Turchia, Corea e Austria.

 

Inoltre in Grecia la speranza di vita alla nascita raggiunge in media 81,4 anni, si legge nel rapporto dell’OCSE, collocando il paese al 14imo posto. Nello stesso tempo, la Grecia è terzultima in classifica per quanto riguarda i suicidi, seguita solo dalla Turchia e il Sudafrica.

 

Purtroppo il dato più allarmante è quello che riguarda i tassi di sovrappeso e obesità; i bambini greci sono i più obesi del mondo, afferma l’OCSE. Al primo posto per “bimbi oversize”, la Grecia è seguita da Gran Bretagna, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Italia. Si pensa che questa tendenza sia collegata alla crisi economica, costringendo le famiglie con difficoltà finanziarie a scegliere cibi meno nutrienti ma più economici.