Lanterna, Porto - Genova

Francesca Attina

 

Sono nata a Genova da una maestra e un assicuratore. Da mia madre ho ereditato l'amore per le scienze come la pedagogia e la psicologia, e da mio padre il senso pratico.

Mi sono laureata a Roma in psicologia ,per un anno a Genova ho praticato del volontariato al Centro Diurno della  USL3. Arrivata in Grecia ho lavorato subito come insegnante di lingua Italiana  in una scuola privata. quindi ho aperto uno studio di psicologia lavorando nel frattempo alcune ore la settimana come picologa in un programma per genitori, ragazzi e insegnanti del Comune di Calcide. Dal 1998 lavoro in un centro prevenzione stupefacenti e devianze giovanili (O.KA.NA) di Calcide 

In generale la mia vita quotidiana qui con la mia famiglia, che adoro e il mio lavoro che mi tiene occupata diverse ore al giorno, e' abbastanza soddisfacente anche perche',da buona genovese, mi piace il mare, in tutti i suoi aspetti (per me la stagione balneare inizia in marzo e finisce a dicembre) e il posto dove abito accontenta questa mia passione .UN GROSSO SALUTO A TUTTI 

Basilica di San Nicola - Bari

Tommaso D’ Acquisto

 

Sono nato a Bari. Fin da piccolo ho dimostrato una certa predisposizione per le pubbliche relazioni, la musica, il marketing, ma sopra tutto amo la giustizia, l’ etica e la verità. Nel corso della mia vita ho sempre cercato di essere corretto con il prossimo, lasciando un segno positivo di me negli altri, cosa che ritengo importante perchè il mio motto è “INSIEME SI PUO”. È ovvio che per raggiungere dei comuni obiettivi è necessario essere solidali, amichevoli e ben disposti oltre che aperti a nuove idee e collaborare in maniera costruttiva, insieme.

Golfo - Vesuvio - Napoli

Lilly De Lucia

 

A cavallo tra la cultura italiana e quella greca da sempre, posso dire di aver scelto la mia professione di interprete congressuale e traduttrice, proprio per riuscire ad unire due civiltà tanto vicine e nel contempo, tanto diverse. L’Italia e la Grecia, a mio parere, sono tra i paesi più belli al mondo che, per valorizzare al massimo, devono essere uniti ed integrarsi. Nata e cresciuta a Napoli, sposata e con due figli ad Atene, mi sento parte attiva della comunità italiana qui in Grecia ed è mia intenzione impegnarmi per renderla più unita e partecipe in un paese che ha bisogno di ispirarsi all’esperienza italiana, ma è anche in grado di ispirare con i suoi ideali classici. Quello che manca, negli italiani come nei greci, è essere uniti, per riuscire a rappresentare un’alternativa valida di vita in questo mondo che sempre più si allontana dai valori classici dell'antichità. Perchè non provare a creare un mondo migliore per i nostri figli? Perchè l'Italia e la Grecia, culle della civiltà europea, devono essere ingoiate da ideologie che non hanno nulla a che fare con gli ideali che hanno ispirato tutta l’umanità nel corso dei secoli? Solo uniti potremo riuscire a realizzare questa visione.

San Marco in Lamis - Foggia

Teatro Petruzzelli - Bari

Emanuela Fugaro

 

...."Sono pugliese del nord"....Di solito, quando mi presentano qualcuno, amo sottolineare le mia radici con un pizzico umorismo. Sono nata a S. Marco in Lamis (FG), un bel paese che si estende tra le montagne del Gargano. A Roma, durante gli studi ho conosciuto mio marito Chris, ho 2 figli e vivo ad Atene da 38 anni. Da molti anni faccio parte del Consiglio Direttivo della Società Dante Aligheri di Atene, ricoprendo la carica di Vicepresidente. Attraverso le attività culturali della Dante ho avuto l' opportunità di incontrare molti italiani e di svolgere il mio lavoro di insefgnante. Sono stata eletta nei precedenti mandati del Comites, ricoprendo le cariche di Segretario, Tesoriere e Vicepresidente. Dedico la maggior parte del mio tempo libero al volontariato culturale. Come veterana dei Comites precedenti, mi sono rimessa in gioco,sempre con lo stesso entusiasmo della prima volta, perche credo nel valore di questa istituzione e del suo ruolo nella comunità. 

 

 

Ornella Maggio

 

Mi chiamo Maggio Ornella. Sono italiana, pugliese, di Bari. Sono approdata in Grecia per la prima volta nell’ agosto del 1985 con il mio attuale marito, Harris, che ho conosciuto in Italia da studente. Dopo 8 anni mi sono trasferita in pianta stabile ad Atene. Qui ho messo al mondo i miei due figli, ho trovato lavoro come insegnante d’ italiano e cerco, giorno dopo giorno, di amalgamarmi sempre di piú con la realtà di questa città magica, caotica, frenetica, mastodontica. Credo che non potrei vivere altrove, ormai. La comunità italiana è abbastanza nutrita, variegata, molto attiva, presente, ben organizzata e sono fiera di farne parte anche se non sono ancora riuscita, per questioni di tempo, ad offrire il lmio contributo come sarebbe stato giusto, ma non dispero di poterlo fare. La mia figlia piú piccola frequenta ancora la scuola italiana, che per noi rappresenta un mondo...il nostro mondo. Gli italiani che arrivano dalla Madrepatria portano con loro una ventanta di novità, una sorta di aggiornamento su tutto ciò che succede al di là del mare. No, non sento nostalgia dell’ Italia perchè essa è presente piú qua che in Patria. La ritrovo nelle tradizioni che ciascuna famiglia, mista e non, cerca di mantenere e trasmettere ai propri figli come una ricchezza culturale che ci apartiene. Che altro dire.....solo un saluto e un abbraccio a tutti quelli che, come me, vivono in Grecia amandone pregi e difetti come si fa con il proprio compagno di vita.

Acropoli - Atene

Thomas Nikolaou

 

Thomas Nikaloau è nato ad Atene, dove tutt’ ora vive. Dopo il liceo frequentato nella stessa città, ha continuato gli studi nel campo tecnologico in Italia, a Torino, dove ha stretto amicizia con parecchi giovani di varie regioni italiane, con i quali mantiene ancora rapporti. Tornato in Grecia si è sposato ed ora è in attesa del primo figlio. Ha trovato impiego nel campo della telefonia mobile, ma ora lavora presso una grande catena di supermercati. L’educazione ricevuta dai genitori, la sua permanenza in Italia, i contatti con i numerosi cugini e amici italiani, hanno coltivato e continuano a coltivare il suo interesse per la vita italiana, per la sua cultura e per i suoi problemi sociali. Si propone di essere membro attivo del Comites per poter affrontare le varie problematiche che si presenteranno soprattutto nel campo dei giovani e dell’integrazione della comunità nella vita greca.

Lago Plastira - Karditsa

Christos Sakellariou

 

Sono nato in Grecia e ho studiato “Lingue e Letterature Straniere Moderne” all’Università La Sapienza di Roma, dove ho anche lavorato per qualche anno. A Roma è nata la mia prima figlia. Dal 1994 vivo ad Atene lavorando anche come traduttore / interprete tenendo cosi vivo il mio interesse per la tanto amata lingua italiana. La mia vita è divisa tra i due bei paesi Mediterranei e per questo ho scelto la scuola italiana per educare i miei 3 figli, dando loro la possibilità di amare, oltre il paese dove crescono, anche il paese cui appartengono per metà. Il COMITES mi offre una nuova possibilità di avvicinarmi alla comunità italiana accorciando cosi  la distanza tra le due culture, quella ellenica e quella italiana, che tante volte si sono incontrate nella storia, amalgamandosi. Io credo che un italiano possa vivere in Grecia sentendosi a casa come anche un greco possa vivere in Italia sentendosi a casa, appunto perché la storia, la tradizione, la cultura, l’arte, l’amore per il mare e il sole e tante altre cose, ci uniscono e ci uniranno sempre di più come un fiume che alla fine della sua pazza corsa si unisce al mare.