φοτο 2.png

Naufragio "Oria" - Per continuare a ricordarli…

La notte tra l’ 11 ed il 12 febbraio 1944, nei pressi di Capo Sounion, fece naufragio il piroscafo “ Oria” proveniente da Rodi, dove erano stati stivati fino all’ inverosimile oltre 4.100 militari italiani che, ridotti in prigionia dai tedeschi, erano diretti ai campi di detenzione. Solo in 37 sopravvissero fra greci, norvegesi, italiani e tedeschi. La tragedia dell’ Oria, è la peggiore della storia del Mediterraneo, almeno in epoca moderna.

La memoria di questa tragedia, rimasta a lungo sconosciuta agli italian, è stata preservata grazie alle iniziative della popolazione locale profondamente commossa dall’ accaduto. Nel 2014, su iniziativa greca, è stato eretto un monumento alla memoria.

Domenica 9 febbraio 2020 alle 11.00, in collaborazione con il Comune di Saronikos ed il Comune di Lavreotiki, si terrà la consueta cerimonia commemorativa presso il monumento dedicato alle vittime del naufragio ubicato al km 60 della strada statale Atene – Sounio, di fronte all’ isolotto di Patroclo.

Su iniziativa delle locali Autorità greche, saranno piantati i primi 500 cipressi per la realizzazione di un parco in memoria delle vittime.

Per continuare a ricordarli… partecipiamo numerosi!